Louisa von Spies, vorrei interpretare Clara anziché Desirée in Tempesta d’Amore

Quando si tratta di Desirée Bramigk e di sua madre Beatrice Hofer bisogna prestare molta attenzione. Sebbene si tratti soltanto di un’armatura, di una corazza, l’arroganza e la superbia di Desirée sono davvero incredibili.

Eppure si tratta di una corazza funzionale a proteggersi dal dolore: le ferite mentali provocate da un’infanzia senza amore materno e senza affetto non sono mai del tutto guarite. In qualità di manager PR, suo fratello David Hofer cerca di trovare soluzioni alla carenza di denaro nel Fürstenhof e lì incontra Beatrice. L’incontro con la madre però sarà un vero e proprio conflitto, fino ad arrivare ad un incidente fatale. Desirée infatti spinge involontariamente da un balcone la madre. Solo un uomo riesce a portare sciogliere il cuore di ghiaccio di Desirée: si tratta di Adrian Lechner.

Desirée Bramigk (sposata Lechner) è presente nella soap opera Tempesta d’amore dalla puntata 2492 ed è interpretata dall’attrice Louisa von Spies. Anche a Louisa abbiamo posto alcune domande per sapere di più su di lei e sul suo personaggio. A lei abbiamo chiesto cosa le piaccia di “Tempesta d’amore” e cosa le consenta di lavorare particolarmente bene sul set. Desirée Bramigk, è chiaro! ha risposto ridendo l’attrice. Louisa afferma che il ruolo del personaggio che interpreta è molto complesso e troppo difficile per essere racchiuso in sole tre parole.

Se avesse la possibilità di interpretare per una giornata in “Tempesta d’amore” un ruolo diverso, Louisa sceglierebbe senza alcun dubbio Clara. Di lei ama la sua anima pura. Inoltre, Louisa avrebbe la possibilità di avere una madre amorevole e un migliore amico. E queste sono cose che lei apprezza moltissimo. Rispetto al futuro, ai sogni e alle aspettative, per Louisa ci sarebbero molti ruoli che rappresenterebbero un vero e proprio sogno per lei. L’attrice spera infatti di riuscire ad interpretare ancora molti ruoli nella sua carriera dei sogni. La cosa meravigliosa della sua professione, secondo lei, è proprio questa, che si può recitare fino a quando non si cade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *